Pratico: per mangiare questi spaghetti non servono le posate!

La pasta, non importa se lunga o corta, liscia o rigata, non è un alimento che si può consumare con le mani. Anche se potrebbe essere divertente, oltre a farci risparmiare tempo per il lavaggio di piatti e posate. Senza dimenticare poi il cosiddetto "finger food", che è ormai di grande tendenza. Se gli spaghetti al pomodoro non si prestano sicuramente a niente del genere, la ricetta che vi presentiamo oggi fa al caso vostro: nel caso volete sporcarvi le dita...

Cosa vi serve (per 6 porzioni):

  • 200 g di spaghetti
  • 4 cucchiai di panna
  • 50 g di speck tagliato a dadini
  • 1 spicchio d'aglio triturato
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • Sale e pepe
  • 2 uova
  • 10 g di prezzemolo fresco sminuzzato
  • 4 cucchiai di pangrattato

Come procedere:

  1. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli al dente e rimetterli in pentola.
  2. Aggiungere la panna, lo speck, l'aglio triturato, 50 g di parmigiano grattugiato, pepe, entrambe le uova e il prezzemolo sminuzzato. Tenere sul fuoco, a fiamma bassa, fino a quando le uova e la panna non inizieranno ad amalgamarsi.
  3. Servendovi di una forchetta e un cucchiaio, arrotolate gli spaghetti in modo da creare sei nidi. Adagiateli poi su una teglia da forno.
  4. Spolverate la pasta con del pangrattato e il resto del parmigiano. Terminate quindi di cuocere in forno a 200 °C per 15 minuti.

Se volete essere sicuri che i vostri nidi mantengano la forma, potete servirvi anche di uno stampo per muffin. Naturalmente, potrete rendere ancora più delizioso questo piatto abbondando con il formaggio, che legherà meglio gli ingredienti. In fondo cosa c'è di meglio del formaggio caldo filante... Vi state già leccando le dita, eh?!

Commenti

Scelti per voi